Recensione di La corte di ali e rovina di Sarah J. Maas - Leggendo Romance



BLOGTOUR



FREEBIES

Un libro per...

Recensione di La corte di ali e rovina di Sarah J. Maas


La corte di ali e rovina di Sarah J. Maas
Copia digitale ricevuta dalla casa editrice

Buon venerdì e bentrovate a tutte le lettrici! Oggi la recensione è per La corte di ali e rovina, terzo e ultimo volume della serie fantasy A Court of Thorns and Roses di Sarah J. Maas, pubblicato da Mondadori.


È finalmente arrivato il momento di conoscere il gran finale di questa trilogia che si è rivelata appassionante e dal ritmo sempre più serrato. Non conoscevo la Maas prima di leggere questa trilogia e devo dire che è una di quelle autrici di cui vorrò assolutamente recuperare gli altri romanzi.

La recensione fa parte del review party per l'uscita del romanzo, vi invito a seguire le opinioni su tutti i blog partecipanti: L'universo dei libri | Reading at Tiffany's | Sognando tra le righe | Chiara in bookland.


La rabbia mi era cresciuta dentro come una creatura viva, con un cuore che batteva risuonandomi nella profondità del petto, cullandomi fino a farmi addormentare, per poi scuotermi al risveglio. Volevo vendetta, ma una vendetta repentina, a parte soddisfare la mia rabbia cocente, sarebbe stata inutile.

LA CORTE DI ALI E ROVINA
Sarah J. Maas


Serie: A Court of Thorns and Roses #3
Genere: Fantasy

Editore: Mondadori
Prezzo cartaceo: € 18,70
Prezzo ebook: € 9,99
Pagine: 684
Link d’acquisto: Mondadori



Feyre è determinata a raccogliere il maggior numero di informazioni possibile sui piani di Tamlin e del Re di Hybern che minacciano di mettere Prythian in ginocchio. Per questo si è separata dall’uomo che ama e ha fatto ritorno alla Corte di Primavera. Ma per poter portare a termine il suo piano, dovrà tessere una fitta trama di inganni e tenere a bada il suo desiderio di vendetta. Sa bene, infatti, che un solo passo falso potrebbe condurre non soltanto alla sua rovina ma a quella di tutto il suo mondo. La ragazza sa anche che il Re di Hybern non si fermerà davanti a nulla, perciò, a mano a mano che la guerra si avvicina, dovrà decidere di chi fidarsi e cercare alleati nei posti più inaspettati.



RECENSIONE

Parlare di un seguito in una serie, tanto più se si tratta del volume finale è sempre complicato perché il rischio spoiler è realmente alto. È pur vero che cercando in rete questi spoiler si possono facilmente trovare, ma io cerco sempre di non rovinare la sorpresa ai miei lettori e rimane il mio obiettivo anche in questo caso. La serie A Court of Thorns and Roses è avvincente e inaspettata, e vi assicuro che il semplice limitarsi agli avvenimenti non ne può trasmettere le sfumature che fanno la differenza.

Protagonisti e personaggi

Feyre, la giovane e coraggiosa protagonista di questa trilogia è un personaggio femminile di carattere, non certo una ragazza bisognosa di protezione, spesso tormentata dalla forza dei propri sentimenti contrapposti alle azioni che deve compiere, ma soprattutto coraggiosa e determinata. La crescita di Feyre è sotto gli occhi del lettore: prima impulsiva e, indisciplinata, spinta dall'istinto, lentamente si è ritrovata a dover combattere con le proprie sofferenze per poi trasformarsi in una donna capace di calmare la propria impulsività a favore della giusta attesa, concreta, matura, ma come sempre pronta a sacrificarsi per le persone che ama e la giustizia.

Accanto a lei i protagonisti maschili che ci hanno travolto durante tutta la trilogia trovando ruoli inizialmente inaspettati.

Rhys, Signore Supremo della Corte della Notte ha affascinato quasi da subito per il mistero oscuro celato dietro i suoi occhi. Temuto e potente, con Feyre il rapporto si è sviluppato in crescendo, grazie ai suoi modi di fare, al suo essere irriverente ma allo stesso tempo attento, delicato ma anche pericoloso. Rhys è stato sin dall'inizio pronto a sostenere e incoraggiare la ragazza, spingendola a mostrare chi sia realmente, i propri sentimenti, il proprio coraggio e le potenzialità che la contraddistinguono. Rhys continua a essere ciò che abbiamo imparato ad amare, e anzi lo dimostra sempre di più: nonostante i propri tormenti è capace di amare al punto da sacrificare se stesso, pronto a fare ciò che è giusto a discapito della propria felicità.

Tamlin è l'altro protagonista, quello che inizialmente sembra essere così perfetto da far innamorare tutte le lettrici, ma che poi fa emergere un'oscurità che ci lascia sconcertate e anche un po' amareggiate. In questa conclusione però riusciamo a chiudere un cerchio anche su di lui, a percepirne i tormenti derivanti da una lotta continua tra due lati del suo essere, un Signore Supremo difficile da perdonare, ma per il quale alla fine riusciamo a percepire qualcosa che potrebbe essere decisamente interessante scoprire. Tamlin è complesso, uno di quei personaggi di cui vorrei tanto leggere qualcosa, anche per riconciliarmi con quella parte iniziale di sentimenti che mi aveva spinta così vicina a lui.

Sebbene questi siano i tre protagonisti attorno a cui girano le storie di questa trilogia, accanto a loro si fanno sempre più apprezzare i personaggi secondari, ottimamente caratterizzati, pieni di sfaccettature e capaci di catturare l'attenzione del lettore che spera di poter leggere ancora qualcosa su di loro. Tra questi Lucien, che sin dall'inizio ho assolutamente adorato per il suo essere pungente ma allo stesso tempo leale.

La storia

Feyre ha dovuto imparare a controllare e accettare la sua condizione di Fae, si è ritrovata a scoprire a proprie spese il dolore, il tradimento, la collera, ma ora è giunto il momento di affrontare la guerra e per farlo metterà in campo tutta se stessa e la sua astuzia.

Ciò che è accaduto nel finale di La corte di Nebbia e Furia l'ha devastata ma ora è pronta alla vendetta e per compierla si troverà di nuovo alla Corte di Primavera, lì dove è tutto iniziato e dove ora deve concludersi. 

Riuscirà a portarla avanti? Sarà capace di non lasciarsi travolgere dall'impulsività e dalla passione che la contraddistingue?

La guerra è ormai pronta a scoppiare, gli intrighi sempre più presenti, ma è arrivato il momento dell'azione.

Stile dell'autrice

Sarah J. Maas ha uno stile narrativo scorrevole, ma quello che più colpisce è il mondo in cui riesce a creare una storia equilibrata dal punto di vista della trama ed emotivo. Grazie a questo la lettura risulta appassionante, approfondita e allo stesso tempo ricca di azione e colpi di scena.

La storia creata dalla Maas è una continua sorpresa, sia a livello di trama e suspense, sia per quanto riguarda la parte romance. Inoltre le sue descrizioni sono affascinanti e accurate, sembra quasi di trovarsi lì assieme ai personaggi, ad assistere a ciò che accade.

Sensazioni e opinioni

Come per i volumi precedenti nonostante la mole di questo volume una volta iniziato mi è stato impossibile abbandonarlo anche per poco. Tutto ciò che accade non è solo avvincente, ma anche emotivamente appassionante.

Ritrovare questi protagonisti è stato come ritrovare degli amici conosciuti, ma allo stesso tempo ricchi di sorprese.

La storia è certamente ricca di azione e suspense, e il lato romantico aiuta chi come me ama particolarmente il genere ad apprezzarlo ancora di più.

Anche se questa trilogia e la storia di Feyre è conclusa, la Maas pubblicherà degli spin-off della serie di cui al momento non si sa nulla, ma che spero fortemente possano raccontare la storia degli altri personaggi incontrati, primi fra tutti Lucien e Tamlin.

Le mie conclusioni

La corte di ali e rovina è un epilogo dal ritmo coinvolgente, che regge bene i precedenti volumi, capace di catturare nella sue rete di intrighi e azione, sentimenti e passione. Una lettura imperdibile per chi ama il genere, e non solo. 
















Simili che potrebbero piacerti

0 Commenti

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Contenuti © Deborah - Leggendo Romance e non solo