Recensione di Dentro il buio di Cara Hunter - Leggendo Romance



BLOGTOUR



FREEBIES

Un libro per...

Recensione di Dentro il buio di Cara Hunter

Recensione di Dentro il buio, thriller investigativo di Cara Hunter, pubblicato da Piemme

Recensione di Dentro il buio di Cara Hunter
Copia digitale fornita dalla casa editrice
Oggi vi parlo dell'intrigante e sorprendente thriller scritto da Cara Hunter. Dentro il buio mi ha sorpresa, positivamente, perché capire chi è il colpevole non è facile, perché sono in gioco svariate situazioni, perché lo stile è particolare e piacevole.

Oggi trovate le recensioni sul romanzo oltre che su questo blog anche sui blog delle mie amiche e colleghe che potete vedere nel banner qui sopra.


DENTRO IL BUIO
Cara Hunter

Dentro il buio di Cara Hunter

Serie: Autoconclusivo
Genere: Crime
Editore: Piemme
Prezzo cartaceo: €. 18,50
Prezzo ebook: € 9,99
Pagine: 400
Link d’acquisto: Piemme


Non è ciò che stai osservando, ma da dove lo stai guardando, a determinare cosa vedrai.

Da quando la morte di suo figlio ha scosso lui e sua moglie Alex, avvocatessa, Adam Fawley, ispettore della polizia di Thames Valley, con sede a Oxford, sa che tutto è possibile, e ormai poche cose riescono davvero a sconvolgerlo.

Non si può dire lo stesso per gli abitanti di una strada silenziosa ed elegante di Oxford, dove, per puro caso, alcuni operai fanno una scoperta terribile: una ragazza, in evidente stato di shock, è rimasta per molto tempo prigioniera con il suo bambino di due anni nel seminterrato della casa del professor William Harper. Ma per Fawley e la sua squadra non è così semplice trarre conclusioni: William Harper, infatti, non solo è molto anziano, ma anche malato di Alzheimer. Difficile credere a quello che dice, difficile pensare che possa aver tenuto prigioniera con la forza una ragazza sicuramente più in forma di lui, e difficile fidarsi dei suoi ricordi...

Le cose non faranno che complicarsi quando nel giardino di Harper viene trovato anche il corpo di Hannah, una donna scomparsa alcuni anni prima. Un caso che aveva destato molto scalpore perché quella di Hannah era una famiglia apparentemente perfetta. Per Adam Fawley e i suoi agenti è il momento di vederci chiaro. L'ispettore capirà che la verità sceglie sempre il modo più tortuoso per farsi avanti.
Anche quando, in realtà, è sempre stata ben evidente. Bastava solo guardarla dalla giusta angolazione.

     LA MIA OPINIONE

Protagonisti 

L'ispettore Adam Fawley è un uomo che nella sfera privata ha sofferto, che si è visto portare via l'affetto più caro e ora i suoi sensi di colpa lo attanagliano. È bravo nel suo lavoro, attento ai dettagli e indaga con scrupolo. Certo avere a che fare con un caso che risveglia in lui un sentimento così forte di perdita non è semplice. Il suo rapporto con la moglie è forse quello che ne subisce maggiormente il contraccolpo. Anche lei colpita dallo stesso dolore, dalla perdita di quel figlio tanto desiderato e cercato, vorrebbe andare avanti, poter riversare nuovamente il suo istinto materno su un'altra creatura. Qui nascono i conflitti nella coppia, ma il caso che si troverà a dover risolvere Adam sarà drammatico, ma forse avrà per loro un risvolto positivo.

La storia

Una donna con il suo bambino vengono ritrovate rinchiuse nel buio e isolato seminterrato della casa di un anziano malato di Alzheimer. William Hurper ha tutti i sintomi della malattia, un uomo che in ogni istante può scattare con male parole, irruenza, difficile da gestire; ma è altrettanto difficile riuscire a credere che possa aver compiuto un gesto così orribile nelle sue condizioni.

Quando la donna viene ritrovata è in evidente stato di shock: terrorizzata, non riesce nemmeno a parlare e da lei gli investigatori faticano a sapere cosa sia accaduto. Il bambino è altrettanto sconvolto e troppo piccolo per poter rispondere alle loro domande.

Poi le indagini portano a delle similitudini con la scomparsa avvenuta anni prima di una donna poco distante dal quartiere del ritrovamento: anche lei probabilmente rapita, e anche lei con un bambino piccolo che, fortunatamente, non è stato preso.

Quando anche il corpo di Hannah viene ritrovato nella casa di Hurper le indagini e i misteri si infittiscono. Fawley si trova davanti una intricata rete di eventi e indizi difficili da mettere assieme.

Chi ha ucciso Hannah. Il bambino ritrovato in casa di Hurper è suo figlio? E se ci fosse un complice sconosciuto? 

La verità è difficile da scoprire, ma quando verrà a galla sarà anche più terribile di ciò che ci si sarebbe mai aspettati.

Stile delle autrici

Cara Hunter intesse una fitta trama ricca di particolari, alternando indagini, interrogatori e vicende personali dei protagonisti.

La lettura è scorrevole e ci si ritrova sin da subito messi davanti alla cruda realtà della prigionia della vittima. Le descrizioni sono precise e dettagliate, ma non invasive; soprattutto superato il primo capitolo tutto scorre velocemente e cattura l'attenzione.

Le mie sensazioni

Dentro il buio è una storia che mi ha sorpreso proprio per il suo epilogo inaspettato. Devo ammettere che il primo capitolo mi sono ritrovata leggermente spaesata per un prolungamento di descrizioni che non amo particolarmente, ma subito dopo è iniziata la trama vera e propria e anche queste descrizioni si sono rivelate essenziali nel contesto. 

Ho apprezzato il protagonista, il suo essere umano e reale, con i suoi sentimenti contrastanti. L'argomento della perdita, della maternità fortemente voluta sono ben descritti e soprattutto amalgamati al contesto della storia.

Tutto ciò che accade ha un suo scopo, la matassa non è comprensibile sin da subito, proprio come dovrebbe essere in un buon crime, e il finale mantiene l'adrenalina alta.

Le mie conclusioni

Dentro il buio è thriller appassionante. L'attenzione deve essere al massimo per non perdere particolari essenziali della storia, ma una volta iniziato è difficile posarlo.










Simili che potrebbero piacerti

0 Commenti

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Contenuti © Deborah - Leggendo Romance e non solo